Birds

Alberto Lombardi

belairstudio – fingerpickin.net

di Emiliano Girolami

Melodia, armonia, dinamica, suono e – last but not least – fantasia. Sono gli ingredienti della musica e, quando li trovi tutti insieme, capita che ti senti rapito.

In questo periodo ho una relazione particolare con la chitarra acustica e, qualche settimana fa, mi è capitato di andare ad ascoltare Alberto Lombardi in un locale di Roma (il Big Mama n.d.r.). Alberto presentava Birds, il suo nuovo album realizzato, appunto, con la chitarra acustica.

Sei corde e due mani per melodia, armonia e ritmo. Ci vuole studio, dedizione e creatività per catturare l'attenzione e coinvolgere chi ascolta. Il concerto è stato bello, molto. E tra le mani mi è rimasto il CD. Qualche giorno dopo l’ho infilato nel lettore e mi sono lasciato andare.

Il primo pezzo è Volare che inizia con una cascata di armonici per poi lasciare spazio al basso alternato e alla melodia supportata ad soluzioni armoniche interessanti e da cambi di ritmo tra strofa e ritornello che tengono viva l’attenzione.

Poi è la volta di un brano originale (The roadrunner show) in puro stile fingerpicking con l’inserimento sapiente di (misurate) percussioni sulla cassa alternate ad armonici.

Tutto l’album è un inseguirsi di pezzi celebri e originali che mescolano tradizione e novità. Il gusto di Alberto, che interpreta tutto a suo modo, rende

omogenei e perfettamente inseriti nel contesto atmosfere che vanno da Georgia on my mind a Life on Mars passando per Roma nun fa la stupida.

Meglio non raccontare tutto e lasciarvi il gusto della scoperta.

Vale la pena, ovviamente, di citare la partecipazione di Tim Sparks nella esposizione della title track e la partecipazione di Mario Gentili (violino) e Simone Federicuccio Talone (percussioni) su Balkan Dance. Il loro inserimento è assolutamente in linea con la proposta dell’album e aggiunge ingredienti diversi per esaltare sapori già ottimi.

Un’ora passata in compagnia di buona musica che invita i pensieri e le emozioni e ci porta in territori a volte familiari e a volte inesplorati. Alberto sa guidare e sorprendere. Tocca sapientemente la chitarra che risponde come deve. A volte dolce, altre frizzante. Altre ancora in sintonia perfetta con gli alti strumenti. Il tempo passa veloce ma è un tempo ben speso.

Lombardi1

L’album è disponibile su www.albertolombardi.com e fingerpicking.net

NO COMMENTS