PRETTY MAIDS “ KINGMAKER“ Frontiers Records ( Recensione a cura di Roberto Villani )

0
447

 

La band danese affonda le proprie radici negli anni ottanta e non e’  un caso che gruppi leggendari come Black Sabbath, Rainbow e Deep Purple li abbiamo scelti nel corso degli anni per aprire i loro tour mondiali . Il nuovo lavoro,  esalta le doti compositive del chitarrista Ken Hammer e del vocalist Ronnie Atkins, autori di brani che spaziano dal classic hard rock anni ottanta, a dolci ballad che strizzano l’occhio all’Aor americano, tracce suggestive e particolarmente accattivanti in prossimi scenari live.

L’abilita’ di Hammer alla chitarra e’ quella di alternare riff  potenti e d’impatto, come quelli avvolgenti di  “ When God Took a Day Off” e  “Face The World”  , tipici pezzi “ mainstream “ di estrazione hard rock  a suggestivi break semi arpeggiati ad accompagnare una power ballad  di mirabile intensita’ e qualita’ quale “ Last Beauty On  Earth” .

Non resteranno sicuramente tra gli intoccabili ed imprescindibili del genere , ma un ascolto a questo interessante “ Kingmaker” e’ assolutamente consigliato.

 

ROBERTO VILLANI     

NO COMMENTS