Nella demo di oggi andiamo a testare la Marshall dedicata allo scomparso Randy Rhoads, fenomenale axeman capace di influenzare milioni di chitarristi, nonostante la sua carriera si sia interrotta troppo presto.

Marshall ha voluto riprodurre, in edizione limitata, la testata che Randy usava al fianco di Ozzy Osbourne; si tratta di una plexi modificata in modo da garantire a Rhoads una maggior riserva di gain.

Collegando la chitarra all’ingresso numero 1, ci si ritrova di fronte al più classico dei suoni che hanno fatto la storia del rock, mentre il secondo ingresso ci evita di ponticellare i due canali per ottenere sonorità più spinte, sfruttando i due stadi di preamplificazione in cascata, e raggiungendo livelli di gain lontani da quelli tipicamente plexi.

Lati negativi? Trattandosi di una plexi da 100 watt, il volume generato dall’amplificatore è spaventoso: scordatevi di poterne apprezzare appieno il timbro senza avere a disposizione un attenuatore… o uno stadio!

Mario Percudani

NO COMMENTS