Dagli ampi (e ventosi) studi del Saint Louis & di Chitarre, Marco Manusso ci continua a raccontare imperterrito i misteri (e le delizie) del bottleneck e dello slide. Questa volta ci spiega che per avere un buon controllo sulle corde “bisognerebbe” usare la tecnica del fingerpicking, ovvero suonare con le dita, perché risulta più facile tenere a bada risonanze non desiderate o corde che suonano quando non dovrebbero.

Questo video di Marco Manusso è collegato all’articolo pubblicato sul numero 347 di Chitarre Magazine (luglio/agosto 2015).

 

 

 

NO COMMENTS