Tra i chitarristi della scena jazzistica internazionale, Kurt Rosenwinkel è sicuramente tra i nomi che spiccano di più. Affermatosi negli anni ‘90, ha contribuito all’evoluzione della chitarra jazz sviluppandone la tecnica, il linguaggio e portando nella sua musica influenze da stili musicali diversi. Originario della città di Philadelphia, ha studiato al Berklee College of Music, ma dopo due anni ha lasciato il College per partire in tour con Gary Burton, suonando in giovane età con Paul Motian’s Electric Bebop Band, Joe Henderson Group e the Brian Blade Fellowship. Oggi è un jazzista di fama internazionale. In questo spazio Nicola Di Tommaso (docente del Saint Louis College of Music) analizza tre arpeggi sviluppati da  Rosenwinkel e altre tre frasi caratteristiche del suo fraseggio. Kurt fa spesso uso di simmetrie e di pattern che si sviluppano in maniera orizzontale e nello stesso set sul manico della chitarra….

Il video di Nicola Di Tommaso che segue è collegato all’articolo pubblicato sul numero 346 di Chitarre Magazine (maggio/giugno 2015).

 

 

 

 

 

NO COMMENTS