Questo video è collegato all’articolo pubblicato sul numero 315 del mensile Chitarre (maggio 2012).

Simone Gianlorenzi non riesce a stare fermo. Proseguendo sull’onda del successo della sua precedente puntata sull’hammer on, eccolo più convincente che mai a spiegarci la tecnica del pull off.

Che per quanto si trovi all’estremo opposto dell’hammer on, nondimeno gli è così… legato.

 

Guitar fitness Pull Off BT 80 BPM.mp3

 

Guitar Fitness Pull BT Off 100 BPM.mp3

 

 

 

11 COMMENTS

  1. lezione proprio ben fatta. spero di vederne altre che approfondicano tutte le alre tecniche chitarristiche. bravo Simone!! Il bello di queste lezioni è la base che invoglia a fare gli esercizi al contrario del noioso(ma utile)metronomo. mi piacerebbe poterle scaricare le basi perchè non sono niente male. Ciao

  2. Ancora complimenti a Simone! A voi della redazione consiglio di mettere online il download delle Backing Tracks per poterle scaricare e fare gli esercizi con comodo.
    Avanti così !

  3. Ciao Simone,
    Complimenti, al solito, per la bella e utile lezione.
    C’è una cosa del pull-off che peró non capisco. Come faccio se devo fare un pull-off su note che non riesco a diteggiare? Per esempio, che so, se devo fare un pull-off doppio sui tasti 15-12-7 alla prima corda, io riesco a diteggiare (e quindi suonare) 15-12, ma non arrivo al settimo tasto, al massimo al nono!!! Lo stesso dicasi per il pull-off sui tasti 15-10-8 sulla seconda corda: non arrivo all’ottavo tasto! Come si fa?
    Aiuto!!!!

  4. Ciao Federico,
    grazie mille per tutto….
    dunque il discorso dello streching della mano sinistra è lungo e complesso ma possiamo anche non farlo visto che quello che intenderesti fare NON E’ UMANAMENTE POSSIBILE!:-))))
    Non ho mai visto nessuno fare un pull-off dal 15 al 7 tasto,!
    Per fare il pull off occorre aver piazzato in posizione il dito verso cui si “strappa”, con questa diteggiatura non è possibile.
    Una valida alternativa potrebbe essere quella di utilizzare il tapping per la nota più acuta e tutto diventa umano e fattibile….
    spero di averti rassicurato!
    fammi sapere….

  5. Grazie, Simone, ci proverò con il tapping, anche se mi dispiace l’idea di non poterlo fare con il pull-off. Per la precisione, sto provando a studiare “Principessa” di Steve Vai: è sulla sua tablatura che ho trovato il pull-off che dicevo.
    Grazie come sempre per il tuo aiuto.

    • Vai lo conosco bene stilisticamente (a proposito non perderti Chitarre di Settembre!) e sono si curo che, per quanto sia capace di suonare cose impossibili, non è il tipo che suona quel tipo di passaggi col pulloff…sono piu che convinto che sia suonata con il tapping. Mi dici a che minuto e secondo è la frase in questione? E mi dici su che tablature stai studiando? Spero di riuscire ad aiutarti….

  6. Ciao Simone,
    Se mi dici che Vai la suona col Tapping per me è così. Magari non l’ho capito io, ma sulla tablatura non c’è il segno +, nè una T, a indicare il Tapping, ma solo due P del pull-off. Il passo incriminato di Principessa dovrebbe corrispondere al minutaggio 0:41 del brano nell’album Alive in an Ultra World (uso il condizionale perché è un po’ veloce per i miei orecchi…). La tablatura dovrebbe essere quella ufficiale, l’ho acquistata su guitarinstructor.com e il copyright è della Sy Vy Music.
    Grazie di tutto, ma non ci perdere troppo tempo. Insomma, la suono col Tapping, non c’è problema. Eppoi sarà sicuramente così, altrimenti vuol dire che Vai ha le dita smontabili…
    Grazie ancora!

  7. Alt, forse ci sono. Se il cerchietto intorno al numero del tasto è un altro modo convenzionale di indicare il Tapping, è – ovviamente – come dicevi te. Mi ero focalizzato sulle lettere e non avevo posto attenzione al cerchietto.

Comments are closed.