di Simone Gianlorenzi

Se il tapping è forse la tecnica che ha rivoluzionato di più il mondo della chitarra, Eddie Van Halen – pur non essendo l’inventore – ne è senz’altro il maggiore alfiere, il personaggio che ha popolarizzato questo modo di suonare alla fine degli anni 70.
In un numero dedicato in gran parte al grande chitarrista non poteva mancare una piccola guida al tapping.
Simone Gianlorenzi con sei esercizi graduali ci porta nelle vicinanze di “Eruption”.

 

16 COMMENTS

  1. Meravigliosa lezione. Chiara,ben spiegata e ben illustrata.Il metodo in 6 step é perfetto per noi principianti. Che dire…una rivista come Chitarre, corredata da lezioni come questa, impartita da bravi didatti come te, Alex e tutti gli altri, costasse 60 invece di 6, sarebbe sempre poco!

  2. Dopo aver speso un capitale in metodi di tutti i tipi, da buon principiante cinquantenne.ho trovato quello che mi serviva sulla mia rivista preferita.
    Veramente grazie e complimenti a tutti.
    ciao

  3. Grazie , ho 51 anni mi sono avvicinato alla chitarra da 2 con gran passione e non avendo tempo di prendere lezioni aspetto con ansia i vostri video e l’uscita della rivista . FINALMENTE dopo tanti fallimenti ho capito come fare il tapping in modo semplice . Grazie ancora e complimenti

  4. Ciao simone ti ho sempre seguito su accordo e vedo che anche qui le tue lezioni sono fantastiche. Grazie mille

  5. Grazie infinite ragazzi!
    ce la stiamo mettendo tutta per darvi il meglio possibile in campo di didattica ed editoria musicale. Il vostro sostegno è per noi vitale….

  6. Otima lezione, pochi concetti ma basilari e proposti con semplicità; ti fa venir voglia di provarci!! grazie!

    • Bravo Simoooooo I ragazzi apprezzeranno molto…Penso pero’ che effettuando il Tap verso “l’esterno” si ottengano sonorita’ differenti. Mio personalissimo punto di vista. :)

  7. Ottimi consigli. Secondo te vengono meglio usando il pickup al ponte (come credo io) o quello al manico? O è indifferente?

    • Ciao, sicuramente al ponte per suoni più definiti.
      Il pick up al manico è divertente quando si iniziano ad usare arpeggi su più corde, e diverse ottave, per avere un suono più liquidio e fluido.
      ciao!

  8. Ottima lezione,finalmente si incomincia dalle basi x me e x tutti coloro che sono agli inizi…o quasi!!!
    GRAZIE

  9. Ciao Simone,

    grazie 1000 per la lezione sul Tapping, è fatta benissimo.

    Volevo anche chiederti una cosa, ho una curiosità: sul body della chitarra che Van Halen ha utilizzato per il suo nuovo “A different kind of truth” (si tratta di una EVH Wolfgang Stealth), c’è un bottone rosso, dalla parte opposta del selezionatore dei PPUU. Sai per caso di cosa si tratta? Si vede bene da questo video: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Ez3Yq7zG3RI#! (in particolare, il bottone rosso di cui parlo si vede bene dal 5^ minuto in poi, quando inizia il primo piano di VH).

    La cosa che non capisco, tra le altre cose, è che questo bottone non c’è sulle immagini della EVH Wolfgang Stealth in vendita su qualche sito Internet. Insomma, sembra una cosa speciale fatta proprio per lui e per l’occasione delle sue esibizioni.

    Grazie, come sempre,
    Federico

      • Hai ragione, Rockit. Grazie!

        Ho appena visto un video che mostra (oltre a come montarsene uno sulla propria chitarra, per chi fosse interessato), il kill switch montato su una Gibson Les Paul signature, non l’avevo mai visto prima.
        Eccolo qua: http://www.guitarpub.it/liuteria/come-costruire-un-killswitch

        Resta da capire perché non è stato montato il kill switch sulle EVH Wolgang Stealth in vendita (almeno su quelle che ho visto su Internet).

        • Prego!

          Io in genere faccio lo stesso effetto appunto switchando i pickup, e credo che i motivi per cui un kill switch non viene montato di serie siano essenzialmente due:
          *Non lo usi praticamente mai (anche Eddie ci fa solo quel tremolino alla fine del solo, e praticamente basta in tutto il concerto). Idem la quantità di uso che ne fa Zakk Wylde. Personalmente l’ho usato solo facendo casino in camera, mai sentita la mancanza realmente.
          *Finisce che ci batti dentro plettrando normalmente, col risultato che sembra che tu abbia la chitarra cablata con lo scotch :)

          La Les Paul Gary Moore di qualche tempo fa l’aveva al posto dello switch di cambio pickup: dubito che sarei mai riuscito a suonarci, visto che ci sbatto continuamente col plettro, e anche i vari recensori avevano notato questa cosa.
          Insomma poco utile, spesso fastidioso, e costringe a fare un altro buco nella chitarra, per metterlo lì dove è sulla stealth…

          Ciao
          Lorenz

Comments are closed.